lunes, 23 de agosto de 2010

Informazioni scientifiche - 2a Parte - Il pene

Per par concicio, mi sembrava giusto completare l'argomento di informazioni scientifiche con l'organo maschile. Sempre avvalendomi della stessa fonte di informazioni (Wikipedia) vedrò di completare o spiegare in forma più semplice, quello che ho capito.

http://it.wikipedia.org/wiki/Pene

Come sempre riporterò le parti più significative di Wikipedia "virgolettate".

"Anatomia




Sezione del pene. Il pene ha forma cilindrica; in esso si possono individuare una parte libera, che viene impiegata nella copula, ed una parte fissa perineale, detta anche radice del pene.



La parte libera si distingue, a sua volta, in corpo del pene e glande, un ingrossamento dalla forma tronco-conica situato alla sua estremità e che porta all'apice l'orifizio esterno dell'uretra.



La cute che riveste il corpo del pene è molto lassa e si prolunga sul glande in una piega detta prepuzio. Il prepuzio aderisce al glande nella parte mediana inferiore per mezzo del frenulo del pene, che si salda in prossimità del meato uretrale ed è attraversato da una piccola arteria.



Il pene ha tre corpi cavernosi, due superiori paralleli ed uno sottostante posto in posizione mediana, costituiti da tessuto di aspetto spugnoso e caratterizzati da interstizi che comunicano direttamente con le vene."

Qua non c'è molto che possa dire. il relatore la prende alla larga, sicuramente per tranquillizzare un pò tutti. Che il pene avesse una forma cilindrica, ce lo aspettavamo, però giustamente deve dare informazioni di base a tutti i livelli. Fa molto bene, per tirarci su il morale, a spiattellare subito che la parte libera è impiegata per la copula. Sappiamo tutti che quando sfoderiamo "il nostro" lo utilizziamo molto più spesso per una funzione di minzione. Lo spiego meglio: per pisciare. Ma tanto si sa benissimo che uno legge per trovarci cose strane.


"Sviluppo


Nell'uomo lo sviluppo del pene ha inizio nel periodo intrauterino (intorno al VIII settimana) e si conclude nell'età puberale, verso il 14 esimo anno d'età. Il suo accrescimento si concentra però principalmente in due fasi: la prima fra l'VIII e XX settimana di gestazione e i primi tre mesi della vita neonatale e la seconda durante l'età puberale.



Nella pubertà l'accrescimento del pene rappresenta uno dei caratteri sessuali maschili secondari ed è il periodo di maggiore accrescimento con un aumento di quasi 3 volte le dimensioni rispetto quelle prepuberali, in un periodo relativamente breve, che ha inizio intorno al 12 esimo anno d'età e si arresta verso il 13/14 esimo anno, in concomitanza della piena maturazione sessuale maschile; solo nei soggetti che manifestano un ritardo nello sviluppo sessuale l'accrescimento del pene può concludersi nel 15/16esimo anno di età. "

Qua leggendo il capitoletto intitolato Sviluppo, siamo già con righello e squadra per verificare l'attrezzatura. Ma il nostro relatore è un maestro della suspance e da informazioni sui tempi biologici di crescita ma senza citare una dimensione nemmeno sotto tortura. Visti gli sforzi ridicoli che aveva fatto nel capitolo della vagina, per far star bene un pò tutte, anche qua da varie possibilità in modo che uno non si preoccupi fino ai 16 anni di età. Poi però non fornisce ulteriori possibilità.

"Dimensioni


Molti adolescenti temono che il loro pene non sia abbastanza grande e sia inadeguato al compimento di atti sessuali. Quasi tutti i ragazzi, prima o poi, hanno dei dubbi circa le misure del loro pene, ma l'esperienza, in genere, mostra loro che tale angoscia è del tutto immotivata. Non appena iniziano ad avere esperienze sessuali scoprono che il loro pene funziona adeguatamente ed è entro i normali standard di grandezza."

Dopo la tensione nervosa che ci stava uccidendo, finalmente parte con le cose serie. Ma rimaniamo delusi perchè il capitolo Dimensioni è cortissimo (per il momento solo il capitolo, grazie al cielo) ed anche qui non c'è nemmeno una misura. Capiamo solo che sta scrivendo un thriller ed abbiamo chiaro che ci sono due possibilità: o è un thriller a lieto fine o non dormiremo mai più. Però, per bontà, da un contentino dicendo che comunque andrà tutto bene ed alla fine non ci saranno problemi di sorta. E' chiaramente una menzogna per far tranquillizzare lo spettatore in attesa di provocare paura e lacrime. Ma nemmeno Stephen King è così un figlio di puttana.

"Micropene




Micropene: Viene considerato micropene qualora la lunghezza del pene stesso sia inferitore a 2,5 deviazioni standard rispetto alla media del pene per quella determinata età del paziente, generalmente le cause sono imputabili a difetti ormonali[1]"

VE LO AVEVO DETTO! Dopo le rassicurazioni che va tutto bene, che non c'è nessun problema e alla fine tutti ciuleranno felici e contenti, con cosa ti parte? Nientepopòdimeno che con il Micropene. Neanche 'mini', che già sarebbe una bella botta, addirittura 'micro'. Incominciano le prime vittime e la tensione è alle stelle. Per provocare ancor più terrore leggete bene la frase - ... sia inferitore(?) a 2,5 deviazioni standard(?) rispetto alla media del pene per quella determinata età del paziente..."
Possiamo proprio dire: 'non si capisce un cazzo'. Ci mette finalmente un numero 2,5 e subito pensiamo a leggere 'cm' subito dopo. Invece cosa scrive? 'deviazioni standard'. Su inferitore pensiamo ad un errore di digitazione ma dopo aver letto tutto non lo sappiamo più ed abbiamo angoscia di tutto. C'è anche di mezzo l'età, fra l'altro, insomma un gran bel casino.

"Normale




Sviluppo erezione del peneQuando il pene non è eretto, in genere pende mollemente verso il basso e misura circa dagli 8 agli 11 centimetri di lunghezza e 3 centimetri di diametro.



Il problema, nello stabilire una grandezza media del pene non eretto, è che lo stesso pene, in queste condizioni, può variare di volta in volta. Ad esempio, l'aria fredda, l'acqua fredda, la paura o l'ansietà causano, in generale, l'avvicinamento massimo del pene (dello scroto e dei testicoli) al corpo, quindi il suo accorciamento.



Nei casi di sovrappeso o obesità del soggetto, la massa di grasso corporea presente nella zona pubica e quella sovrastante - ossia il ventre e l'addome - può contribuire a far sembrare il pene, che sia flaccido o eretto, più piccolo di quello che in realtà è. Il pene non eretto può acquistare in lunghezza se immerso nell'acqua tiepida o quando l'uomo è completamente rilassato. Il peso di un uomo, la costituzione e la statura non hanno alcuna relazione con le dimensioni del pene, sia in erezione che in flaccidità.



La lunghezza media di un pene eretto è di 15 cm e il 90% degli uomini di tutto il mondo hanno un pene lungo tra i 13 e i 19 cm["

Qui, dopo le vittime, c'è la parte di medio rilassamento. Il nostro cazzeggia parlando di acqua calda e fredda, rasserena sul fatto che l'altezza dell'individuo non conta, etc. La cosa buona è che finalmente si sbottona un pò e da indicazioni utili in cm. Non fa casi personali e se non rientrate nelle ultime due misure (13-19), per voi può essere un "orror" vero e proprio (tipo:Scream), oppure una commedia comica tipo "Scary movie".... dipende da che parte non rientrate nei limiti.

"Malformazioni per difetto o per eccesso


Esistono malformazioni congenite del pene per difetto o per eccesso, come ad esempio:



Assenza del pene: può essere reale, in mancanza dell'organo, oppure apparente, nel caso in cui l'organo esiste ma è nascosto tra i tessuti dello scroto;

Pene doppio o diphallus: caso in cui esistono due peni nello stesso individuo. È una rara malformazione (ne sono noti 100 casi in tutto il mondo),[5] che colpisce un maschio ogni 5,5 milioni. Di norma uno dei due organi non è del tutto sviluppato e comunque non ha un normale funzionamento. Rappresenta un'eccezione il recente e raro caso di un 24enne uomo d'affari indiano, nato con due peni entrambi regolarmente funzionanti: come ha riferito il quotidiano Times of India nell'agosto 2006, l'uomo, desiderando una vita sessuale "normale" ed essendo in procinto di sposarsi, si è rivolto a una struttura ospedaliera di New Delhi chiedendo ai chirurghi l'asportazione di uno dei due organi fallici di cui è dotato. È stato un intervento molto delicato dovendo assicurare un regolare afflusso di sangue al membro che rimarrà."

Malformazioni per difetto ed eccesso (pur avendo riportato tutto per correttezza) è interessante soprattutto quella per eccesso. Il pene doppio, scommetto che non la sapevate in molti. Qua usciamo dall'orrore per piombare nella comicità vera e propria. Il relatore che fino ad ora aveva menato legnate a destra e a manca, si pente e vuole darci qualcosa per consolare tutti. Riporta la notizia di un uomo d'affari indiano (anche se è inventata di sana pianta, è fantastica e la prendiamo per sicuramente vera) che ha avuto la botta di culo di avere due organi fallici perfettamente funzionanti e che per sposarsi se ne è fatto troncare uno.
Gli altri cento al mondo che ne avevano due, uno non funzionava bene. Lui invece, fra questi cento al mondo, era l'unico 'armato' in pieno assetto. Come se non bastasse era un 24enne (giovanissimo) uomo d'affari, cioè pieno di soldi. Cosa fa il tipo? Si vuole sposare e per farlo si fa operare (operazione difficile e mai tentata, cazzo, era l'unico!) e se ne toglie uno e lo butta al gatto!
Avrà avuto due cazzi, ma nemmeno mezzo cervello. Già è una fesseria sposarsi avendone uno solo ed essendo poveri, ma con due e ricco, sei il recordman degli imbecilli.
Io è chiaro che non l'avrei mai fatta questa operazione, non fosse altro che per sfoderare la sorpresa ad ogni primo appuntamento con una tipa e dire in tutta tranquillità: "Adesso, bella, per te sono cazzi!"

M.V.




 

No hay comentarios:

Publicar un comentario en la entrada